Archivi categoria: alpinismo giovanile

ALPIGIO – Domenica 31 maggio 2015

ESCURSIONI TEMATICHE in occasione della “3a EDIZIONE  NAZIONALE  IN CAMMINO NEI PARCHI” e “ 15a GIORNATA NAZIONALE DEI SENTIERI CAI”

PROMOSSE DAL CAI NAZIONALE E DALLA FEDERPARCHI.

 

PROGRAMMA

  • Ore 8,15 ritrovo a p.le Matteotti per proseguire subito per S.Vittore (ore 8.30), consegna brochure, divisione in gruppi
  • Ore 9,00 partenza con auto proprie per le escursioni.
  • Ore 13,30 ritrovo alla “Casa del Parco” di Castelletta per il “Pranzo al sacco” (da portare) con bevande e dolci offerti dalla organizzazione.
  • Ore 15,00 visita guidata di Castelletta (facoltativa).

 

NOTE

La “Escursione Tematica” per i ragazzi dell’Alpinismo Giovanile è:

 

  • GRUPPO GEOLOGICO, M.Scoccioni (F.Bendia, Geologo)

 

INFORMAZ. LOGISTICHE e iscrizioni (entro il 29/05)  solo A.G. a:

STOPPONI Massimo 331.9476575 – massimo.sto@alice.it

 

Equipaggiamento: scarponcini, zaino, giacca a vento.

 

Nella impossibilità di effettuare le escursioni a causa delle condizioni meteo, la  manifestazione  si  svolgerà  nella  “ Casa del Parco” di Castelletta con:

Ore 9,30 Videoproiezioni relative ai temi suddetti;distribuzione brochure;

Visita alla “Casa del Parco”;Ore 13,30 Ristoro come sopra indicato;

Ore 15,00 Visita guidata di Castelletta.

 

 

COMUNICARE ENTRO VENERDI 29.05 L’ADESIONE con e_mail a:

giovannafattorini@gmail.com o gioan49@gmail.com o info@parcogolarossa.it

 

 

 

DETTAGLI SU SITI :  www.caifabriano.it/ ;  http://www.parcogolarossa.it/

ANNULLATA Alpinismo Giovanile – M.Catria – 5 – 6 Luglio 2014

purtroppo non siamo riusciti a raggiungere il numero minimo di iscrizioni (abbiamo ricevuto 10 prenotazioni)  per il “PERNOTTAMENTO   E  SALITA  AL  M. CATRIA “ ed abbiamo rinviato questa uscita a data da destinarsi

AlpigioLogoPROGRAMMA:

  • PARTENZA:            ore 15.00 precise da p.le Matteotti con auto proprie.
  • DESTINAZIONE:    Rifugio Casale di  Valpiana  –  M. CATRIA

Con l’auto si segue l’itinerario : Bastia – Perticano – Isola Fossara per poi salire a Chiaserna e quindi raggiungere la località Fonte Luca (915 m.) circa 42 Km. Sul lato della strada si innalzano delle placche inclinate attrezzate, sulle quali faremo nozioni base di tecnica di arrampicata in aderenza. Alle ore 18.00 riprenderemo le auto per raggiungere il rifugio di Valpiana (990 m.) ca. 13 Km. Qui ci sistemeremo per la notte. Il mattino seguente partenza alle ore 8.30 per raggiungere in auto la sella tra M. Catria e M. Acuto (zona ex pale eoliche) a ca. 1.400 m s.l.m( ore 9.00 ca.). Lasciate le auto si prende un comodo sentiero che porta in pochi minuti al Rifugio della Vernosa (1.500 m). Dal rifugio ci si innalza per macchia boscosa fino a giungere su un ripido sentiero sassoso che dopo poche centinaia di metri si inoltra in un vallone erboso che conduce direttamente fino alla croce sommatale (1.701 m.). Dalla vetta si ridiscende per lo stesso itinerario sino a ritornare alla auto  (percorrenza: 3,0 ore circa). Pranzo al sacco.

  • CENA E PERNOTTO: il rifugio è di grandi dimensioni (30 posti), ha camere con materassi. Pertanto si dovrà venire con sacco letto e coperta. Nelle camere e nel bagno serviranno le pile. La cena la si potrà cucinare o riscaldare sui fornelli a gas (organizzazione come per Castelluccio 2013). C’è anche un grande camino a legna. (affitto rifugio tot. 150,00 €).
  • RIENTRO: a Fabriano domenica 6 ore 16.00 ca.
  • EQUIPAGGIAMENTO: giacca a vento, scarponcini, zainetto, cappello. Casco e imbracatura forniti dalla sezione
  • QUOTE: per il rifugio ca. 10,00 €/cad (dipenderà dal numero di presenze); per l’assicurazione dei non soci 5,00 €/cad.
  • PRENOTAZIONI: Commissione Alpinismo Giovanile: Faggioni M. (628081) e Stopponi M. (5180). Vi preghiamo di volervi prenotare al più preso e max entro il 3 luglio p.v. (capienza rifugio 30 posti).

alpinismo giovanile – valle della Scurosa – Domenica 18 Maggio 2014

PARTENZA: ore 8.30 da p.le Matteotti con auto proprie.
DESTINAZIONESefro
 L’itinerario comincia a metà strada tra i paesi di Sefro e Sorti. All’inizio della Valle della Scurosa (mt 505) troveremo un ampio spiazzo  con cartelli indicatori dell’area Floristica Protetta, da li risaliremo il greto del torrente Scarsito con tantissimi attraversamenti raggiungeremo la Fonte del Sepolcro (m 956). Si tratta di una radura stretta tra la faggeta e le pendici del Monte Pennino (m 1570) con l’acqua che risorge in vari punti. Si prosegue per il valico della Bocchetta della Scurosa (m 1152) da dove si gode una bella vista sulla piana di Colfiorito. Da qui, dopo un breve ristoro, si riprende lo stesso sentiero per ritornare alle auto.
PRANZO: possibilità di un gustare un pranzetto presso una trattoria di Sefro.
RIENTRO: prevediamo il rientro a Fabriano  alle ore 15.30.
EQUIPAGGIAMENTO: giacca a vento, scarponi, cappello, bastoncini (se disponibili), zainetto, bevande e merenda.
QUOTA : per i ragazzi/ragazze (minorenni) non iscritti al CAI  Euro 5,00 per la copertura assicurativa.
PRENOTAZIONI: Commissione Alpinismo Giovanile: Faggioni M. – Stopponi M. – Roscioni Giorgio,ENTRO  le ore 14,00 di VENERDI’  16 p.v..

Alpinismo Giovanile – Domenica 13 Aprile uscita in grotta

Alpinismo Giovanile – Le nuove vie di Frasassi

AlpigioLogo

PROGRAMMA:
Ritrovo:                      Piazzale Matteotti ore 8.20
PARTENZA:             Ore 8.30
DESTINAZIONE:  San Vittore delle Chiuse
RIENTRO:                previsto per le ore 13.30.

Come le altre volte, parcheggeremo le auto nei pressi del cimitero del paese  e dopo esserci cambiati entreremo in grotta per scoprire nuove strade inesplorate.

EQUIPAGGIAMENTO:  Scarponcini da trekking o stivali in gomma, tuta da ginnastica “ a perdere”, e 4 pile stilo cariche (tipo AA). Eventuale merenda e bottiglia d’acqua.
N.B. Vestiti di ricambio per il ritorno a casa.

QUOTE PARTECIPAZIONE: Affitto del caschetto 2 € (la richiesta dei caschetti deve arrivare insieme alla prenotazione per l’uscita)
ATTENZIONE per i non soci CAI, 5 € per la quota assicurativa obbligatoria (comunicare nome, cognome e data di nascita agli organizzatori entro Venerdì mattina).

PRENOTAZIONI: Commissione Alpinismo Giovanile: Faggioni Marcello -Stopponi Massimo – Roscioni Giorgio  328 8944205,
Chiusura prenotazioni per le ore 14,00 di VENERDI’  11 Aprile.

ALPINISMO GIOVANILE – uscita al Parco del Monte Cucco – Domenica 8 Settembre

Domenica 8 settembre – Parco del Monte Cucco
PROGRAMMA
PARTENZA: ore 8.30 da p.le Matteotti con auto proprie
DESTINAZIONE: Parco del Monte Cucco/vetta del M. Cucco mt 1566.

Passando da Sigillo con l’auto si giunge sino alla zona di decollo dei deltaplani denominata Pian di Monte a mt 1200 ca. Da qui, a piedi, si sale per una carrareccia (E1 sentiero italia) per prendere il sentiero n°2 che dopo aver traversato un fresco bosco di faggi, di acero e sorbo montani, conduce alla grotta del Cucco mt 1390. Dalla grotta si sale sino alla vetta del Cucco dalla quale si apre uno scenario incantevole verso i monti e le valli circostanti: a Sud il Gran Sasso, il Terminillo, i monti della Laga, i Sibillini; ad Est il Conero e le spiagge adriatiche; a Nord il Casentino, il Falterona, il Catria, il Nerone; ad Ovest l’Argentario, l’Amiata e le colline di Perugia.
Dalla vetta si ridiscende per riprendere il sentiero n°2 che dalla Valrachena porta a Pian delle Macinare mt 1188. Quindi si prosegue per i sentieri n° 1, 17 e 3 costeggiando il Rio Freddo fino a val di Ranco (ore 13,00/14,00) dove, sarà possibile degustare, presso la locanda “da Tobia”, un piatto di tagliatelle caserecce (facoltativo).

Ø RIENTRO: a Fabriano per le ore 16.00 ca.

Ø EQUIPAGGIAMENTO: zainetto, giacca a vento, scarponcini, cappello, acqua, merenda (vestiario di ricambio da lasciare in auto).

Ø QUOTA : Euro 5,00 per la copertura assicurativa per i ragazzi/e non iscritti al CAI.

Ø PRENOTAZIONI: entro la sera di venerdì 6 p.v contattando la commissione Alpinismo Giovanile (alpigio@caifabriano.it) : Faggioni – Roscioni  – Stopponi

Domenica 19 maggio Alpinismo giovanile

Si va alla riserva di Torricchio, e infatti arriviamo in quel di Capodacqua e indovina che fa a Capodacqua?Piove, e te pareva, decidiamo di andare a Visso e farci un giro in paese.

Esce un po di sole e saliamo al castello che sta sopra il centro abitato. Saliamo per un bel sentiero che stando alle informazioni che abbiamo, parrebbe arrivare all’eremo di Macereto. Visitiamo il castello, il sole è uscito e scalda l’aria, siamo arrivati a mezzogiorno e facciamo una pausa. Si decide poi visto che c’è il sole di ritornare a Torricchio e provare a salire lungo la valle.

Appena giunti a Torricchio arpiove, si parte lo stesso sperando nell’arrivo del bel tempo. Saliamo lungo la valle che è veramente spettacolare, stretta e inforrata come deve essere una gola calcarea, ed è veramente interessante dal punto di vista naturalistico. Ci sono una grande varietà di licheni e animali selvatici, fioritura multicolore e il sentiero non è faticoso.

Una gita adatta a tutti e velocemente arriviamo al casale che segna la metà valle. Ora però si è fatto un po tardi e decidiamo dopo una breve sosta per mangiare, di ritornare alle auto. Per fortuna a smesso di piovere e la temperatura dell’aria è buona, i ragazzi erano partiti un po’ demotivati, ma ora se la fanno tutta d’un fiato e sono molto più allegri.

In conclusione dopo tre anni che saltava l’uscita della riserva ci siamo riusciti a farla e ne valeva la pena.

 

Monte Strega trekking in mezzo alle nuvole

Come sempre ci incontriamo a Piazzale Matteotti, siamo un bel gruppo e ci sono una decina di baldi giovani che sono impazienti di partire. Riempiamo le macchine e si parte, direzione Sassoferrato. Lasciamo una macchina per la spola e saliamo al rifugio Stella, ormai non più in uso che è veramente un peccato.

Ci raduniamo intorno ad un tavolo e Massimo tiene una breve lezione di cartografia per i ragazzi e anche per gli adulti che vogliono saperne di più.  Zaino in spalla e iniziamo a salire, prima su carrareccia non ripida ma molto panoramica, con una bella vista sul monte Catria. La marcia è veloce e come da programma si arriva alla prima tappa, quella della merenda, ci adagiamo su un prato che interrompe per un tratto la cresta della Leccia. A pancia piena si riparte, questa volta attacchiamo un bel sentiero che segue il lato della cresta Monte Strega. Questa volta a guidare il gruppo sono i ragazzi, seguiti dagli accompagnatori e dai grandi, c’è vento ma la giornata è calda e le nuvole che stanno all’orizzonte non sono così minacciose come sembravano alla partenza.

Arriviamo in vetta proprio sotto la Croce in metallo caratteristica di questa Montagna, i ragazzi sono felici e anche noi ci siamo divertiti durante questa salita, è il momento delle foto di rito. Il vento fa volare via alcuni indumenti, è il segnale che dobbiamo ripartire per Montelago. Di nuovo i ragazzi in testa al gruppo, si scende lungo le ripide creste fino ad un incrocio, dove una volta c’erano delle tabelle dei sentieri CAI, ora sono a terra. Abbiamo difficoltà a trovare l’inizio del sentiero e ci impieghiamo alcuni minuti per trovare il primo segno biancorosso, ma poi giù in discesa in mezzo al bosco. Il sentiero è ripido e le recenti piogge hanno reso il terreno viscido e la marcia è difficoltosa.

Naturalmente i ragazzi vanno a velocità doppia dei grandi e la fila si allunga, ma alla fine ci ritroviamo all’uscita del bosco su un bel prato assolato. Il tempo di arrivare e i giovani ripartono e noi vecchietti arranchiamo ma non demordiamo, si riparte. Ci infiliamo di nuovo nel bosco, anche qui la segnaletica non ci aiuta, ma il sentiero è ben evidente, in breve si arriva all’asfalto. Ora ci aspetta l’ultima sfida quella col piatto di tagliatelle e non sarà facile. Non faremo prigionieri e all’insistenza del bis i gestori del locale ci portano una serie di taglieri pieni di dolciumi fatti in casa, eccheproblema c’è, abbiamo camminato.

Riassuntino della giornata, i ragazzi stanno formando il gruppo e i risultati si vedono, si divertono di più e vanno anche di più, il lavoro per noi accompagnatori diventa più stimolante e si potranno fare anche escursioni più impegnative. A presto.

Monte Strega – Alpinismo Giovanile – Domenica 28 Aprile

PROGRAMMA:

  • PARTENZA: Ore 8.30 da piazzale Matteotti con auto proprie.
  • DESTINAZIONE: Montelago ore 9,30 – Dislivello 561 mt – Tempo percorrenza circa 3 ore

Con l’auto si giunge al Rifugio E. Stella di Montelago dove posteggeremo le auto nel piazzale antistante il Parco Daini, quota mt 913.

Poco sopra il rifugio si prende il sentiero 105b che ci condurrà a Poggio Prato Tondo, quota mt 1120. Lasciato il Poggio ci immetteremo sul sentiero 105 che ci condurrà in vetta al Monte Strega mt. 1.276 dove è situata la croce di ferro costruita nell’anno 1928.

Dalla vetta si scende per la cresta Sud-Est seguendo il sentiero 137 fino a raggiungere il Monte la Penna. Si continua poi la discesa per lo stesso sentiero fino ad arrivare ad incrociare la strada asfaltata per Sassoferrato, vicino ad una chiesa da dove, dopo circa mt 500, arriveremo al paesino di Montelago quota mt. 715 per il meritato ristoro.

  • PRANZO: ore 13,45 per chi non ha necessità di rientrare subito a Fabriano c’è la possibilità di gustare un primo caldo presso il ristorante “Le Ginestre” di Montelago.
  • RIENTRO: a Fabriano per le ore 16.00 circa.
  • EQUIPAGGIAMENTO: giacca a vento, scarponcini, zainetto, cappello e merenda.
  • QUOTA : Euro 5,00 per la copertura assicurativa per i ragazzi/e non iscritti al CAI.
  • PRENOTAZIONI: Commissione Alpinismo Giovanile: Faggioni – Stopponi  – Roscioni  entro la sera di venerdì 26/04.

Uscita speleo AG Fabriano

E’ domenica 7 aprile, ci troviamo come sempre a piazzale Matteotti Fabriano. Questa volta si va in grotta e con dispiacere  abbiamo dovuto dire di no a una ventina di persone,  perché il consorzio di Frasassi non ci permetteva l’ingresso alle grotte con un gruppo più numeroso  di 16 persone.

Dopo la distribuzione dei materiali entriamo in grotta, i ragazzi sono carichi e anche i genitori che ci seguono mi sembrano pronti. Con noi ci sono anche degli scout, bene si entra. Appena scesi dalla passerella i ragazzi sono avanti a tutti, io chiudo il gruppo con i grandi, procediamo spediti e il fango non ci mette paura.

Su e giù per le condotte attraversiamo sale e salette, ci arrampichiamo, scendiamo tutto ok, il tempo vola e si arriva alla pausa merenda. Svuotiamo gli zaini ce lo meritiamo, ripartiamo per infilarci in qualche strettoia, i ragazzi non temono nulla e sgusciano fuori alla grande, i genitori lottano con le rocce, alla fine anche loro se la cavano bene.

Così si arriva al termine dell’escursione e belli infangati usciamo dalla grotta. Qualcuno torna a casa, i più temerari invece affrontano l’ultima sfida, quella col menù turistico del ristorante. Anche qui nessun prigioniero. Ci siamo ripromessi di organizzare un’altra uscita in grotta per chi non è potuto venire,
a presto.

 

ALPINISMO GIOVANILE – Domenica 7 aprile – LA GROTTA

PARTENZA: ore 8.45 da p.le Matteotti con auto proprie.
DESTINAZIONE: S. Vittore – “Grotta del Vento”

i13


PROGRAMMA: Lasciate le auto presso il piazzale antistante il ristorante da Francesco si indossano tuta, casco e stivali di gomma/scarponi per poi dirigerci verso l’ingresso principale della grotta del Vento dove alle ore 10,00 entreremo all’interno della grotta percorrendo inizialmente l’itinerario turistico fino ad arrivare all’altezza della sala dell’Infinito. Da questo punto ci immetteremo nel percorso speleologico vero e proprio caratterizzato da brevi arrampicate, da cunicoli, strettoie e scivoli, per giungere alle sale Finlandia e Gentile da Fabriano.
Il percorso di ritorno sarà ricco di sorprese e di nuove scoperte.
PRANZO: ore 13,30 circa, per chi non ha necessità di rientrare subito a casa, pranzo al sacco e/o tagliatelle da Francesco.
RIENTRO: per le 15.30 circa.
EQUIPAGGIAMENTO: giacca a vento, stivali di gomma o scarponi, tuta, zainetto, casco, torcia elettrica, guanti di gomma (i caschi verranno forniti dal Gruppo) – vestiti di ricambio da lasciare in macchina.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: Euro 5,00 cad. per l’assicurazione ragazzi/adulti se non iscritti al CAI + € 3,00 per noleggio caschi speleo.
PRENOTAZIONI: entro le ore 18,00 di venerdì 5 aprile alla Commissione Alpinismo Giovanile: Giorgio R., Marcello F., Massimo S..

N.B.: l’uscita si svolgerà anche in caso di maltempo.