Archivi del mese: Aprile 2017

un week end ricco di attività con il CAI Fabriano

Sabato 22 Aprile

FALESIE DI CASTELLETTA – OLTRE MEZZO SECOLO DI ATTIVITA’ E PASSIONE PER IL VERTICALE
alle 18:30 – sala Ubaldi (via Cappuccini 2 Fabriano)

Domenica 23 Aprile

TRAVERSATA DELL’ALTO ESINO DA VALLEEREMITA A ESANATOGLIA

Martedì 25 Aprile

ESCURSIONE IN MONTAGNA – MONTE ACUTO SENTIERO FLO’

E inoltre … Martedì dalle ore 21,00 alle ore 22,00 su radio SVERSO andrà in onda un’altra puntata del programma ARIA DIMONTAGNA condotto da Samuele Carnevali e Danilo Burattini.
Il programma ha come filo conduttore la montagna e le sue tante attività correlate ed ogni settimana ha un ospite rappresentativo di una attività .
Martedì sera ci sarà GIOVANNA FATTORINI socia e titolata della sezione per l’escursionismo; parleremo appunto di trekking: uscite e tutto quello che ci fa muovere a due zampe!
Ricordiamo che RADIO SVERSO e’ una WEB –RADIO : per chi vuole mettersi in ascolto collegarsi su www.losverso.it/radio

escursione in montagna: m. Acuto – sentiero FLO – Martedi 25 Aprile 2017

DESCRIZIONE: Caprile – sentiero Flo’ – anello dell’Acuto – cresta ovestdell’Acuto – monte Acuto 1670m – rif Cupa delle Cotaline – discesa in bidonvia (o Carbonari).
DISLIVELLO: 1100 m – PERCORSO: 10 Km scendendo in bidonvia (17 Km a piedi)
TEMPO DI PERCORRENZA: 6h soste escluse per i 10 km, 8-9 ore per i 17 km
LIVELLO DI DIFFICOLTA’: EE
PARTENZA: ore 8.00 dal Parcheggione di viale Moccia.
PRANZO: self service al rifugio.
LOGISTICA E INFORMAZIONI (e raccomandazioni): Lasceremo le auto al parcheggio della bidonvia, ci incammineremo in salita sul sentiero Flo’, tutto segnato, in una zona decisamente aspra e poco conosciuta del massiccio del Catria, facili passaggi su roccia, ci permetteranno di ammirare il panorama che man mano si apre.
Giunti alla strada e ai prati sommitali, proseguiremo lungo l’anello dell’Acuto per attaccare la cresta ovest e giungere in vetta.
Mezz’ora di discesa e saremo al rifugio per pranzare.
Chi vorra’ potra’ scendere in bidonvia, altrimenti scenderemo a piedi lungo il sentiero dei Carbonai, aggiungendo circa 6 o 7km di lunghezza.

Occorre avere un discreto allenamento, brevi passaggi su roccia facili, ma sconsigliati a chi soffre di vertigini.

Materiale consigliato: scarponi da trekking, bastoncini, zaino con alimenti e bevande, almeno 1 litro, kway o mantellina o ombrello nel caso il meteo peggiori improvvisamente.
Per i non soci che volessero partecipare è obbligatorio darne comunicazione entro il pomeriggio di lunedi’ 24 Aprile, per poter attivare la copertura assicurativa (costo 6 €), lasciando nome cognome e data di nascita.
Il responsabile dell’escursione ha la facoltà di non accettare i partecipanti non adeguatamente attrezzati o persone non ritenute idonee ad affrontare il percorso.

Da vedere:
Il volto nascosto del Catria e dell’Acuto, un sentierino dove non tel’aspetti, serpeggiante tra alte pareti di roccia, oltre al panorama dalla cima.

traversata dell’Alto Esino da Valleremita ad Esanatoglia – Domenica 23 Aprile 2017

Itinerario: Valleremita, Val di Sasso, Monte Rogedano, Case Lentino, Trufigno, Batterotonda, San Cataldo, Esanatoglia.
Dislivello in salita: 950 m
Lunghezza: 17 Km
Tempo di percorrenza: 6 h
Difficoltà: E

Allo scopo di concordare le modalità di rientro da Esanatoglia, da effettuare con mezzi propri, è necessario comunicare preventivamente la propria partecipazione entro le ore 18 del sabato.

Luogo di ritrovo: piazzale Maestri del Lavoro (parcheggio angolo via Moccia, via dei Cappuccini)
L’orario di partenza per i partecipanti che metteranno a disposizione le loro auto per il ritorno da Esanatoglia sarà anticipato rispetto all’orario di ritrovo degli altri partecipanti.
Rientro: nel pomeriggio.
Equipaggiamento: normale attrezzatura e abbigliamento da montagna tenendo conto che l’itinerario si svolge in una fascia altitudinale compresa tra 500 e 1000 m. s.l.m. circa.
Eventuali non soci CAI possono partecipare comunicandolo all’organizzazione entro la sera del venerdì precedente e previo pagamento del premio assicurativo di € 6. L’adesione implica la conoscenza e l’accettazione dei regolamenti e delle polizze assicurative del CAI.
Il responsabile dell’escursione ha la facoltà di non accettare i partecipanti non adeguatamente attrezzati o persone non ritenute idonee ad affrontare il percorso.

In caso di condizioni meteo non favorevoli l’escursione potrà essere annullata o rinviata; in tal caso i partecipanti saranno preventivamente avvisati.

FALESIE DI CASTELLETTA – OLTRE MEZZO SECOLO DI ATTIVITA’ E PASSIONE PER IL VERTICALE

Sabato 22 Aprile alle 18:30
sala Ubaldi (vicino Ist. Tecnico Agrario) in via Cappuccini n.6 a Fabriano

FALESIE DI CASTELLETTA
OLTRE MEZZO SECOLO DI ATTIVITA’ E PASSIONE PER IL VERTICALE

Incontro dibattito con i personaggi che ne hanno condizionato lo sviluppo: Mauro Chiorri, Domenico Dallago, Francesco Burattini

Introducono i presidenti delle sezioni CAI di Ancona e Fabriano, Arnaldo Piacenza e Luca Paci
Interverrà Gaia Pignocchi sulle questioni storiche ed archeologiche dell’area

 

Verrà presentata la nuova guida-pieghevole sulle falesie di Castelletta, realizzata da alcuni soci delle sezioni CAI di Ancona e Fabriano

 

 

 

 

FalesiediCastelletta-Sabato22Aprile2017-salaUbaldi
FalesiediCastelletta-Sabato22Aprile2017-salaUbaldi
FalesiediCastelletta-Sabato22Aprile2017-salaUbaldi.pdf
701.3 KiB
482 Downloads
Dettagli...

 

Monte Murano – 17 Aprile 2017

DESCRIZIONE PERCORSO: Pontechiaradovo – valle del Vernino –colle Tordina – monte Murano– Cerqueto – Palombare

DISLIVELLO: 800 m – PERCORSO: 15 Km circa
TEMPO DI PERCORRENZA: 6h soste escluse
LIVELLO DI DIFFICOLTA’: E+
PARTENZA: ore 8.30 dal Parcheggio della COOP Fabriano, lato Statale.
PRANZO: al sacco.

LOGISTICA E INFORMAZIONI (e raccomandazioni):
Partendo dal parcheggio di Pontechiaradovo (200m slm) (ore 9 circa), ci incammineremo lunga la vecchia strada della gola della Rossa, per poi cominciare a salire la valle del Vernino ed ammirare i primi panorami a colle Tordina, prati fino alla vetta del monte Murano (882m), dove si puo’ammirare anche il mare, sosta pranzo al sacco, ritorno attraverso la pineta, poi bosco fino al paesino di Cerqueto, discesa su sentiero fino a Palombare nei pressi del parcheggio.

Materiale consigliato: scarponi da trekking, bastoncini, zaino con alimenti e bevande, almeno 1 litro, unica fontana al paesino di Cerqueto, kway o mantellina o ombrello nel caso il meteo peggiori improvvisamente.

Per i non soci che volessero partecipare è obbligatorio darne comunicazione entro sabato 15 Aprile, per poter attivare la copertura assicurativa (costo 6 €), lasciando nome cognome e data di nascita.

Il responsabile dell’escursione ha la facoltà di non accettare i partecipanti non adeguatamente attrezzati o persone non ritenute idonee ad affrontare il percorso.

Il percorso non presenta tratti difficili, ma per lunghezza e dislivello, si raccomanda un minimo di allenamento.