escursione in montagna: m. Acuto – sentiero FLO – Martedi 25 Aprile 2017

DESCRIZIONE: Caprile – sentiero Flo’ – anello dell’Acuto – cresta ovestdell’Acuto – monte Acuto 1670m – rif Cupa delle Cotaline – discesa in bidonvia (o Carbonari).
DISLIVELLO: 1100 m – PERCORSO: 10 Km scendendo in bidonvia (17 Km a piedi)
TEMPO DI PERCORRENZA: 6h soste escluse per i 10 km, 8-9 ore per i 17 km
LIVELLO DI DIFFICOLTA’: EE
PARTENZA: ore 8.00 dal Parcheggione di viale Moccia.
PRANZO: self service al rifugio.
LOGISTICA E INFORMAZIONI (e raccomandazioni): Lasceremo le auto al parcheggio della bidonvia, ci incammineremo in salita sul sentiero Flo’, tutto segnato, in una zona decisamente aspra e poco conosciuta del massiccio del Catria, facili passaggi su roccia, ci permetteranno di ammirare il panorama che man mano si apre.
Giunti alla strada e ai prati sommitali, proseguiremo lungo l’anello dell’Acuto per attaccare la cresta ovest e giungere in vetta.
Mezz’ora di discesa e saremo al rifugio per pranzare.
Chi vorra’ potra’ scendere in bidonvia, altrimenti scenderemo a piedi lungo il sentiero dei Carbonai, aggiungendo circa 6 o 7km di lunghezza.

Occorre avere un discreto allenamento, brevi passaggi su roccia facili, ma sconsigliati a chi soffre di vertigini.

Materiale consigliato: scarponi da trekking, bastoncini, zaino con alimenti e bevande, almeno 1 litro, kway o mantellina o ombrello nel caso il meteo peggiori improvvisamente.
Per i non soci che volessero partecipare è obbligatorio darne comunicazione entro il pomeriggio di lunedi’ 24 Aprile, per poter attivare la copertura assicurativa (costo 6 €), lasciando nome cognome e data di nascita.
Il responsabile dell’escursione ha la facoltà di non accettare i partecipanti non adeguatamente attrezzati o persone non ritenute idonee ad affrontare il percorso.

Da vedere:
Il volto nascosto del Catria e dell’Acuto, un sentierino dove non tel’aspetti, serpeggiante tra alte pareti di roccia, oltre al panorama dalla cima.

I commenti sono chiusi.